Si scrive screening... - LILT VALLE D'AOSTA

Vai ai contenuti

Si scrive screening...

Campagne nazionali
SI SCRIVE SCREENING VALLE D'AOSTA

Campagna di sensibilizzazione allo screening per la prevenzione del cancro al seno, della cervice uterina e del colon retto promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con la Lega Italiana per la lotta contro i Tumori.

Per maggiori informazioni:



a cura del Dipartimento della prevenzione e della comunicazione del Ministero della Salute.

Combattere i tumori oggi è possibile.
La prima arma è prevenirne la comparsa, riducendo i fattori di rischio e adottando stili di vita sani: evitare il fumo, fare attività fisica, avere un’alimentazione corretta (prevenzione primaria).
L’altra strategia è trovare la malattia il più precocemente possibile, prima che si manifesti con dei disturbi (prevenzione secondaria).

La Valle d'Aosta ha attivato campagne di prevenzione secondaria o di diagnosi precoce dette anche campagne di screening, per alcune malattie tumorali.

Tre sono infatti i tumori per cui la scienza ha dimostrato che lo screening è in grado di salvare molte vite:

tumore del colon-retto - della cervice uterina - della mammella


In queste campagne di screening, le persone sono invitate a svolgere degli esami, del tutto gratuiti:

ricerca del sangue occulto fecale per il tumore del colon-retto
Pap-test per il tumore della cervice uterina
Mammografia per il tumore della mammella.








Il tumore della mammella


L’incidenza del tumore è di 37.000 nuovi casi/anno in Italia. Colpisce 1 donna su 10 e nel sesso femminile rappresenta il 25% di tutti i tumori.

Maggiori informazioni: scarica l'opuscolo



Il tumore del collo dell'utero

Il tumore del collo dell’utero è più frequente nella fascia di età compresa tra i 35 e i 50 anni, con 3.500 nuovi casi/anno. La principale causa responsabile è l’infezione da Papilloma Virus umano (HPV), in particolare di tipo 16 e 18 che si trasmette durante l’attività sessuale.

Maggiori informazioni: scarica l'opuscolo



Tumore del colon-retto


E la seconda causa di morte per tumore nell’insieme dei due sessi in Italia. Ogni anno 34.000 persone si ammalano di un carcinoma colorettale e 17.000 muoiono per questa malattia. L’incidenza e elevata nei Paesi ad alto sviluppo economico e di conseguenza si ritiene che il rischio sia associato ad una dieta ricca di grassi, proteine, calorie, alcol e carne, ma povera di fibre, calcio e folati.

Maggiori informazioni: scarica l'opuscolo






Torna ai contenuti | Torna al menu